liberaMente

Icona

Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo.

τήξη

La pasta è in pentola. Il tortino in forno, gli spinaci in padella. Il tavolo è pronto. Stanchi, ci aggiriamo in casa come se avessimo ancora troppe cose da fare, ma no…è un momento di quelli in cui non ha nulla da fare, in cui sei sospeso tra una cosa fatta e quello che ti aspetta. Mi appoggio al piano di legno, in cucina. Si avvicina. Un buffetto sul naso, che potrebbe sembrare distratto. Un abbraccio che mi lascia senza fiato. Mi gira un po’ la testa. E mi chiede 
“Capita anche a te?”
“Cosa?”
“Di sentire la voglia di fonderti con me…”
“Di sciogliermi e mescolarmi, di essere un tutt’uno, di non avere più i limiti del corpo, in un abbraccio totale…?”
“Si…capita anche a te…”

Archiviato in:amore, come si chiama?, felicità

Un po’ di sano autocompiacimento…

Molte persone a me vicine, sanno quanto ami e contemporaneamente odi il mio lavoro.
Non ricevere un compenso quando dai la tua anima in qualcosa, costa. Non solo al portafogli, ma anche alla “spinta motivazionale” che dovrebbe essere alla base di ogni lavoro.

Così…sono felice di comunicare al mondo che ho ricevuto il mio stipendio per questo mese.

Eccolo qui di seguito…

Date: Thu, 8 Dec 2007 03:18:38 -0800
From: *******@yahoo.com
Subject: s***** f******
To: me
Salve Patricia,
interessante e dinamica la lezione di ieri sul Rapporto Unicef.
Sono andata sul sito e ho notato con mia gioia che il rapporto è tutto in italiano e diviso per capitoli. Mi era sembrato di capire che fosse in inglese… ma meglio così!!
E’ interessantissimo anche se ti fa nascere una rabbia incredibile, sul perchè le cose vadano così, nonostante l’evidenza dei fatti!!!
Lo stesso effetto me lo sta procurando il libro di B*****!!!
Sono contenta, nonostante tutto, di fare quest’esame – di rado sono così attuali e interessanti!
Spero di esserci alle prox lezioni, sperando che la mia creatività nell’inventare scuse a lavoro non si esaurisca prima!!!  😉
S***** F******
Gentile dott.ssa,
……
Colgo l’occasione per augurarle buon lavoro e farle i complimenti per come svolge le sue lezioni!!mi dispiace che ne abbia tenuta solo una in questa seconda parte del semestre..sarei venuta molto più volentieri a lezione se ci fosse stata sempre la sua presenza!le assicuro che non è una “leccata” (come forse potrebbe pensare) permettendomi,con il massimo rispetto, sia di usare questo termine sia di scriverle queste ultime righe sovrastanti che non ho e non avrei mai detto ad altri professori della nostra facoltà data la sua giovane età. A maggior ragione, sentendomi vicina a lei, sono rimasta molto colpita da come svolge la sua professione e mi auguro che possa andare avanti, per migliorare le condizioni soprattutto didattiche dell’università italiana, con la speranza che ci siano tanti altri dottori come lei.
Cordiali saluti
V****** S******     

Archiviato in:bilanci, cose da pazza, felicità, reflection, studio e lavoro

Di gas e altre magie…

Io non so cosa sia quel calore che fuoriesce dai pezzi di metallo che penzolano dai muri di casa mia.
Io non so come mai l’acqua dei rubinetti non mi blocchi più la circolazione e faccia fumo caldo.
Io non so come mai se spingo e giro un piccolo pomello del piano cottura, dai buchini esce una specie di fiammella blu.

So solo che sono venuti dei maghi questa mattina e dopo qualche colpo di bacchetta magica….

….mi hanno trasportata nel XX secolo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Archiviato in:cose da pazza, felicità, home sweet home, patricia

It could depend on your take

Il passato fine settimana è stato intenso tanto che stamattina la sveglia suonava e io avrei voluto che fosse solo un sogno ma tanto sapevo che non era e sono corsa in cucina a fare un caffè da portare sul comodino e uno per me che avevo voglia dei biscotti al cioccolato che abbiamo comprato sabato. Ho gli occhi rossi di chi ha dormito poche ore o di chi ha pianto abbastanza da avere dolore alle guance e ho freddo anche se il sole scalda e impigrisce. Venerdì grande serata per il compleanno di Gioia che sorrideva come sempre con tutte noi vecchie glorie anche se Laura aveva capito vecchie troie e ci siamo fatte una risata che non ci offendiamo mica e poi abbiamo brindato mangiato e brindato e mangiato e litigato ma senza crederci più di tanto perchè alla fine non me ne frega niente. Abbiamo cenato da Silvia in pochi e tutti ancora sfatti per il cambio dell’ora e per il compleanno di Gioia e i piatti erano meravigliosi e colorati che volevo rubarli e i peperoncini rossi al posto dei fiori mi piacciono come il film che abbiamo visto davanti al camino mangiando caldarroste. Ho ricordato una nonna che manca da un anno con la quale sono cresciuta e che mi manca con i suoi modi di fare burberi e maschili e che mi raccontava di guerre lontane di come fare il pane e di come cucire uno strappo e non buttare mai via niente che quando meno te lo aspetti ti torna utile mi diceva di non lamentarmi mai che se ti giri la metà del mondo almeno sta peggio di te e che il nostro nome uguale lo avrei potuto portare solo io tra tutte le sue nipoti e non perchè ero speciale ma perchè ero sensibile all’ascolto della vita dura che aveva fatto lei e a lei ballava la pancia se le dicevo che era troppo vecchia per portare il reggicalze ma che quando se n’è andata ho badato che lo avesse su e nuovo perfetto perchè ci teneva sempre e chissà che faccia ha fatto il nonno quando se l’è vista arrivare con il tailleur nuovo il top di seta bianco le scarpe con un po’ più di tacco del normale e quel reggicalze che alla fine ci siamo ricordate io e mamma di aver dimenticato di metterle le mutande. Ho dormito sul divano alle sette di sera che poi a mezzanotte non avevo voglia di andare a dormire neppure dopo aver cucinato la carne alla pizzaiola che lui non aveva ancora assaggiato e nemmeno dopo aver visto la tivvù che di solito mi abbiocco e non so mai come finiscono i film che guardo e lui per dispetto non me lo dice così non ti addormenti la prossima volta che sei una frana amore mio e mi lasci solo sul divano mi dice.

Archiviato in:bilanci, ciociaria, come si chiama?, dark side, felicità, friends, gioia

First of the month

In realtà me ne sono accorta solo questa mattina che è finito settembre e che l’inverno si avvicina. Non posso più dormire con due gocce di profumo…la mattina starnutisco in sequenze ripetute…e no…ci vuole il pigiamone…o quantomeno la copertona con le piume…
Eppoi a casa…ora funziona il lavello, la cappa, la lavatrice (l’uomo me lo sono scelto tuttofare, of course!) e abbiamo comprato anche gli stendini per il bucato…ma di gas, acqua calda e riscaldamento neppure l’ombra…così per fare una doccia calda riscaldiamo un pentolone nel forno, misceliamo l’acqua in un bombolone di plastica, e a cascata nella vasca, prima io, poi lui…”Questo periodo ce lo ricorderemo per tutta la vita!”…dice lui…si, dico io…”Per la bronchite, però!!!!”…
Il cibo…altro cruccio…mi ritrovo una signora cucina…a sei fornelli e pure il super-rapido…ma non avendo il gas…si mangia tutto freddo oppure cotto in forno…il che rende leggera ogni cosa…quindi, si mantiene la linea…(eccezion fatta per le padellate di roBBBa che la mia mamma invia in nostra direzione…ahhhhhh…..la mamma….)
Il lavoro procede…devo preparare le lezioni che mi aspettano…studiare i nuovi libri per i corsi che partiranno e aspettare tante di quelle risposte per i progetti presentati che oramai ho perso il conto.
Che dire di più?
Che canto. 
Che rido. 
Che corro intorno al divano per scappare dal solletico.
Che sto bene.

Archiviato in:amore, ciociaria, felicità, Funghetti Allucinogeni, home sweet home, patricia

ihu ihu!!!!!!!!!!!!!

Ci sono.

Solo che sono troppo impegnata ad essere felice per scrivere.

Archiviato in:amore, ciociaria, felicità, Funghetti Allucinogeni, gioia, patricia, sogni

“Perchè no…

…in un grande magazzino una volta al mese…spingere il carrello pieno sottobraccio a te…”

E’ esattamente così che comincerà il mio weekend…senza gas e senza acqua calda…ma…”che ce frega, ma che ce ‘mporta”

GioiaLauraBionda&Co chiamati all’appello per una cena a casa mia…stasera o forse, meglio, domani…

Che stare con le persone che amo sarà il MustToDo di questa tre giorni ciociara…

Che poi qui fanno anche delle serate carine…

Che poi magari anche Graziella ci offre valide alternative…

Che poi comunque dovrò tele-lavorare da casa…

Che poi chissehefrega…basta che sto bene!!!!!!

Bezos…

Archiviato in:amore, ciociaria, felicità, friends, gioia, home sweet home, partenze e ritorni, patricia

Sembra che non manchi nulla…

Le idee e la voglia di fare…ce l’ho.
Approvazione e bollino di “alta qualità” sul progetto…ce l’ho.
Incentivi emotivi (anche se non economici)…ce l’ho.
Ottimismo delle persone coinvolte…ce l’ho.
Odore della svolta positiva…ce l’ho.
Gli invidiosi…ce l’ho.
Mamme e papà preoccupati…ce l’ho.
Sogni astratti ben nascosti dietro azioni concrete…ce l’ho.
Voglia di misurarmi con i “grandi”…ce l’ho.
Bisogno di lavorare per qualcosa di “mio”…ce l’ho.
Maldipancia da ansia…ce l’ho.
Paura per i cambiamenti e le novità…ce ‘ho.

No.
Non manca proprio nulla.
Ci tocca mettere mano alla praticità, adesso.

……………………………………pauuuuuuuuuuuuuuuuuuura……………………………………………

Archiviato in:bilanci, ciociaria, felicità, patricia, sogni, studio e lavoro

Sparizioni…

dscn3294.jpg

Venerdì scorso, per esempio, ero a cena su questa terrazza…bevevo prosecco fresco, ridevo, gustavo gamberoni alla griglia…profumati e golosi, sapevano di mare.
E io “sapevo di sogno”.
Ho passato una settimana densa e fluida allo stesso tempo.
Non l’avevo affatto programmata.
E’ arrivata e io l’ho presa al volo.

 

 

Però, giuro, vi ho pensato!

😉

 

Archiviato in:amore, come si chiama?, felicità, Funghetti Allucinogeni, gioia, partenze e ritorni, patricia, poesia, toscana

…anni e bicchieri di vino non si contano…

dscn3189.jpg 

Ecco….la testimonianza che NOI* c’eravamo…che siamo stati bene…che ci siamo divertiti….
E tanto…!!!!
😉

*in alto a sx: Laura, Patricia, Silvia, Nico, Gaetano, Andrea, Beatrice
in basso a sx: Irina, Gioia, Alessia 

Archiviato in:bilanci, ciociaria, felicità, gioia, musica, patricia

Ho capito…

…che una casa è bella quando è piena…di calore generato da un flusso di energia che parte dagli sguardi e confluisce negli abbracci…di persone che condividono uno spazio, un pensiero, un amore, una passione, una risata…e anche una lacrima trattenuta…profumo di “bene”…pulito…quasi trasparente…

è bello guardarvi ridere,scherzare,scambiarvi pensieriviteopinioni,esserci…

bello.

Archiviato in:ciociaria, come si chiama?, felicità, friends, gioia, home sweet home, mondo, patricia

Sonorità, farfalle, eclissi…

“…Io me ne stavo tranquillo facendo finta di dormire…lei s’avvicina piano facendo finta di sognare…
E poi mi tocca una mano, dolcemente…piano, piano…
Io non mi muovo sto fermo la lascio continuare…lo so benissimo, ma voglio vedere dove vuole arrivare.
Io non so più cosa fare a questo punto mi dovrei svegliare forse dovrei saltargli addosso come fossi un animale…”

Il fine settimana è trascorso.
Ma…non è normale…se salendo le scale…alle cinque del mattino…mi tremano le gambe.

Devo smettere di ubriacarmi.

Archiviato in:ciociaria, come si chiama?, felicità, Funghetti Allucinogeni, patricia, Problemi

Continuo ad esserci…

…lo so che la mia assenza la sentite tutti (tranne Gioia…da cui sbarco ogni volta che posso, per la sua felicità!!!!)!

Il corso a Livorno sta andando bene…tanto lavoro…e due minuti fà una chiamata della prof con cui collaboro…altro lavoro, enormi soddisfazioni, enormi passi avanti sulla strada della responsabilità. E così, ogni tanto, mi viene ricordato il senso di “anima del lavoro”….e chi mi conosce…sa…

Per il resto queste giornate di sole mi regalano sorrisi…strizzatine di occhi…ma anche tanti punti su cui riflettere. Tante certezze messe in discussione, alimentate dalla mia curiosità. Tanti dubbi che attaccano la fortezza del mio essere. Ma…

.

.

.

.

.

E’ davvero te che sto aspettando?

Archiviato in:amore, bilanci, dark side, felicità, gioia, mondo, partenze e ritorni, patricia, studio e lavoro, toscana

Steps to heaven…


steps to heaven II

Originally uploaded by R*2.

Somewhere over the rainbow…si…oggi, dopo una vita (fanciullesca) passata a chiedermi da dove nascesse questa meraviglia della natura e della fantasia…oggi, proprio oggi…ero in piedi, sullo scalino che porta in Paradiso…avvoltolata nelle goccioline d’acqua, strizzavo gli occhi al sole…e godevo dei colori…e ridevo…e non capivo dove fosse…il pentolone d’oro che mi avevano promesso…

Archiviato in:ciociaria, felicità, Funghetti Allucinogeni, mondo, patricia, poesia, sogni

Auguri…

…a Tonia…la mia amica (nonchè ex coinquilina)…altra laureata…con 110/110lode….

BRAVAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

(la vedete nell’header di oggi con me!)

Archiviato in:annunci, felicità, friends, patricia, roma