liberaMente

Icona

Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo.

…per caso…

Testo trovato per caso nella rete mantre cercavo tutt’altro.
Mi ha riportato alla mente tanti ricordi, di quando, alle medie e anche un po’ al liceo…”cantavo le mie canzoni e scrivevo i testi sul diario, per sentirli veri, e proprio nell’ora di religione, quando tutto il mondo sembra buono, anche il professore”…io sognavo e mi perdevo gran parte della lezione…e meno male.

“Non mi interessa sapere…”

Non mi interessa sapere qual è il tuo mestiere:
voglio sapere per che cosa si strugge il tuo cuore e se hai il coraggio di sognare l’incontro con ciò che esso desidera.

Non mi interessa sapere quanti anni tu abbia:
voglio sapere se correrai il rischio di fare la figura del pazzo per amore, per il tuo sogno, per l’avventura di essere vivo.

Non mi interessa sapere quali pianeti quadrano con la tua luna:
voglio sapere se hai toccato il centro del tuo dolore, se le difficoltà della vita ti hanno portato ad aprirti oppure…… a chiuderti in te stesso, nel timore di soffrire ancora!
Voglio sapere se sei capace di stare nel DOLORE, tuo o mio, senza far nulla per nasconderlo o allontanarlo o cristallizzarlo.
Voglio sapere se sei capace di stare nella GIOIA, tua e mia; se puoi scatenarti nella danza e lasciare che l’estasi ti pervada sino alla punta dei piedi o delle mani, senza esortarci ad essere prudenti, realisti o consapevoli dei limiti umani.

Non mi interessa sapere se la storia che mi racconti è vera:
voglio sapere se sei capace di deludere un altro per restare fedele a te stesso e di non tradire mai la tua anima, a costo di lasciare che gli altri ti chiamino traditore.
Voglio sapere se puoi essere di parola e quindi degno di fiducia.
Voglio sapere se sei capace di trovare la bellezza anche nei giorni in cui il sole non splende e se puoi dare inizio alla tua vita sulle sponde di un lago, gridando SI’ al bagliore d’argento della luna piena.

Non mi interessa sapere dove vivi, né quanto denaro possiedi:
voglio sapere se dopo una notte disperata di pianto sei capace di alzarti, così come sei, sfinito e con l’anima ricoperta di lividi, per metterti a fare quello che c’è da fare per i bambini.

Non mi interessa sapere chi conosci né come ti trovi qui:
voglio sapere se starai in piedi con me, al centro del fuoco, senza tirarti indietro.

Non mi interessa sapere che cosa hai studiato né con chi e neppure dove:
voglio sapere che cosa ti sostiene da dentro, quando tutto il resto ti viene a mancare.
Voglio sapere se puoi stare da solo con te stesso e se la tua stessa compagnia ti piace veramente, nei momenti di vuoto.
Voglio sapere di TE.

(Mountain Dreamer, Indian Elder)

Annunci

Archiviato in:Funghetti Allucinogeni, musica, patricia, poesia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: