liberaMente

Icona

Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo.

…Serata di fine lavoro…


serata fine lavoro 033

Originally uploaded by Patricia….

Ok, ok…va bene…solo io finivo di lavorare proprio ieri…ma che ci posso fare!? Mi sembrava carino passare la serata in compagnia di tanti sciroccati…e devo dire, almeno per quanto mi riguarda…è riuscita alla perfezione…Alla prossima ragazzi…e buone vacanze a tutti!!!!!!
Baciotti

Annunci

Archiviato in:Uncategorized

…amori…


Azzurrina stanca

Originally uploaded by Patricia….

“Il tuo cuore lo porto con me,
lo porto nel mio,
non me ne divido mai,
dove vado io vieni anche tu,
mia amata,
qualsiasi cosa venga fatta da me la fai anche tu,
mia cara, non temo il fato,
perchè il mio fato sei tu, mia dolce,
non voglio il mondo,
perchè il mio mondo sei tu,
questo è il nostro segreto profondo,
radice di tutte le radici,
germoglio di tutti i germogli,
e il cielo dei cieli
di un albero chiamato vita,
che cresce più di quanto l’anima spera
e la mente nasconde
la meraviglia che le stelle separa,
il tuo cuore esiste nel mio.”

Edward E. Cummings.

Archiviato in:Uncategorized

“Posa la penna, piega il foglio, lo infila in una busta. Si alza, prende dal suo baule una scatola di mogano, solleva il coperchio, ci lascia cadere dentro la lettera, aperta e senza indirizzo. Nella scatola ci sono centinaia di buste uguali. Aperte e senza indirizzo. Ha 38 anni, Bartleboom. Lui pensa che da qualche parte, nel mondo, incontrerà un giorno una donna che, da sempre, è la sua donna. Ogni tanto si rammarica che il destino si ostini a farlo attendere con tanta indelicata tenacia, ma col tempo ha imparato a considerare la cosa con grande serenità. Quasi ogni giorno, ormai da anni, prende la penna in mano e scrive. Non ha nomi e non ha indirizzi da mettere sulle buste: ma ha una vita da raccontare. E a chi, se non a lei? Lui pensa che quando si incontreranno sarà bello posarle sul grembo una scatola di mogano piena di lettere e dirle -Ti aspettavo. Lei aprirà la scatola e lentamente, quando vorrà, leggerà le lettere una ad una e risalendo un chilometrico filo di inchiostro blu si prenderà gli anni -i giorni, gli istanti- che quell’uomo, prima ancora di conoscerla, già le aveva regalato. O forse, più semplicemente, capovolgerà la scatola e attonita davanti a quella buffa nevicata di lettere sorriderà dicendo a quell’uomo -Tu sei matto-. E per sempre lo amerà…”

Archiviato in:Uncategorized

Come si fa a parlare se non ho niente da dire?
Se non ho il fiato per gonfiare le parole….
Come si fa a piacere agli altri senza farsi del male?
Ad orientarsi su una barca in mezzo al mare….

Come si fa a cantare una canzone d’amore?
Ma è una musica senza parole…

Fammi un sorriso dei tuoi…fammi un sorriso e poi…
Dimmi che una lacrima è una scusa per non dirmi una bugia…

Archiviato in:Uncategorized

Mi piacerebbe poter raccontare di felicità, di spensieratezza, di tranquillità, di un pensiero positivo che mi fa stare bene. Sembra sempre che stia li a lamentarmi…e non è così…chi mi conosce sa, che indipendentemente da tutto quello che ho intorno, io non mi butto giù e sorrido sempre…ma chi mi conosce ancora meglio sa, che dietro il mio sorriso non c’è sempre la forza di sostenerlo a lungo…e così è in questi giorni. Ho bisogno di così tante cose che non ho…che a volte le cose materiali mi sembrano superflue, inutili e addirittura ingombranti a confronto con le necessità della mia mente, e del mio cuore. Starei ore…da sola, seduta sulle scale di casa mia,a guardare le stelle, fumando una sigaretta…mi sento piccola, sperduta, ma protetta e abbracciata da quella fioca luminosità…mentre durante il giorno non riesco a sentirmi abbracciata da nulla…tutto troppo grande, troppo vicino e distante per me.  La mia vita procede a cicli…come sempre…questo è uno dei più   strani…dei più lunghi, dei più “coscienti”. Sarà l’età, o la lucidità raggiunta grazie a tutto quello che è stato…non lo so…so solo che è uno di quei “cicli” in cui io sono più presente a me stessa e a quello che mi accade intorno. Forse è meglio andare a dormire…come sono filosofica questa sera…neppure il compleanno di Alessia mi ha fatto cambiare umore…vabbè…spero in Morfeo… 

Archiviato in:Uncategorized

…quella vera sarà…senza un graffio di ruggine…

Felicità…improvvisa vertigine, illusione ottica, occasione da prendere…
Parcheggiala senza frecce o triangolo…tutti dormono già e si é spento il semaforo…
Ieri a te…oggi io sono la prossima. Quanto durerà? Io, lo chiedo agli altri ma, si vede che c’era un filo invisibile…se n’è andata via…resta la scenografia…
Felicità…ricordare é un pericolo…come si elimina un quintale di fosforo? E infatti, infatti non dimentico la mia fotografia e l’amore se non ce l’ho….
Ripeterei tutto quello che è passato comprese le tue bugie perché le scoprirei, molto prima e senza aiuto…
Precipita dallo spazio un giocattolo di alta robotica è il futuro fantastico
Ripeterei tutto quello che m’hai dato comprese le tue bugie, perché le scoprirei molto prima e senza aiuto
Felicità…dichiarata fac-simile dal giudizio che ha rilasciato un orefice…

…quella vera sarà senza un graffio di ruggine…

Archiviato in:Uncategorized

…che emozioni……..

<object  width=”400″ height=”333″>
<param name=”movie” value=”http://video.libero.it/static/swf/eltvplayer.swf?id=70fa3c910ff3e2ced3865e594115b722.flv” />
<embed src=”http://video.libero.it/static/swf/eltvplayer.swf?id=70fa3c910ff3e2ced3865e594115b722.flv” width=”400″ height=”333″ type=”application/x-shockwave-flash”></embed>
</object>
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                          

Archiviato in:Uncategorized

…dalla mia finestra…

Sta per iniziare un tipico temporale estivo…e l’unica cosa che vorrei fare ora è…correre sotto la pioggia…così, in ciabatte, pantaloncini e maglietta…e stare sotto la pioggia finchè non mi stanco…finchè lacrime e pioggia non saranno confusi agli occhi di tutti…tranne che ai miei…

Archiviato in:Uncategorized

Oggi

                      gallery146.jpg                   gallery139.jpg

Questo è il posto dove mi trovavo fino a ieri…il parco…e la piscina fotografata dalla mia camera….sigh….

E ora…dopo il rientro a lavoro… 

…a casa finalmente. In questi giorni avevo dimenticato quello che Roma comporta insieme alla sua bellezza e grandezza…tutto il contrario del sole, del mare, del divertimento trovato in quattro giorni. Divertimento e malinconia…questo si…non lo dimentico.

Oggi sono tornata a lavoro…in ufficio…al caldo e alle mille commissioni da fare…alle scadenze da rispettare…alle attenzioni da mettere in ogni azione.

Mi piace il mio lavoro ed è questo che mi garantisce di poter continuare il mio percorso. Ma la punta di malinconia non mi abbandona…al contrario di quello che avrei pensato dopo questa breve vacanza…al contrario di quello che prevedevo per la mia estate.

Tutto passerà. Perchè tutto passa…per fortuna…purtroppo.

Domani semifinale dei mondiali…festa di compleanno di un’amica…e lavoro, lavoro, lavoro…che per quanto stress comporti, un po’ mi aiuta a non pensare a nient’altro che al lavoro.

…adesso doccia…necessaria… 

Archiviato in:Uncategorized

…tornata a casa…

Silenzio…che nessuno senta

il pianto solitario

di una pelle graffiata e schiaffeggiata. 

Perchè farebbe male al cuore se qualcuno sentisse.

Perchè farebbe male al cielo se qualcuno vedesse.

Restano le lacrime,

uniche testimoni,

di un dolore

vecchio come la vita,

nuovo come un bocciolo di rosa.

Lasciatele cadere,

saranno il seme,

di una nuova rosa,

di un nuovo sorriso.

Patricia

(30 giugno 2006, h 11.35)

Archiviato in:Uncategorized